...

Cosa vedere a Firenze

Primo giorno a Firenze

 

Iniziate la giornata con una passeggiata in centro.
Dopo essersi fermati con il naso in aria davanti alla facciata della Cattedrale di Santa Maria del Fiore e il Campanile di Giotto, entra nel Battistero prima di dirigerti a Palazzo Vecchio, da sempre cuore politico della città, per curiosare nelle stanze pubbliche e private dei Medici.

A pranzo, stuzzicati con un panino di classe da 'Ino.
After a quick, scenic coffee at Rivoire and a detour to the Loggia dei Lanzi, enter the Uffizi Museum for a few hours’ tour of the absolute masterpieces of art history.

All'uscita, fai un salto nelle boutique di alta moda di Via de' Tornabuoni per sognare ad occhi aperti e poi aspetta a Ponte Vecchio che il sole si allontani e scompaia nell'Arno.

Per un aperitivo elegante vai da Procacci, dove per pochi euro sarai un gran signore con un bicchiere di ottimo vino e un paninetto al tartufo.

Poi sarai pronto per una cena molto elegante all'Amblé. Se sei ancora in forze, puoi concludere la serata ballando fino all'alba oppure tornare verso l'hotel, perdendoti nei vicoli medievali della città.

Secondo giorno a Firenze

Svegliati presto al mattino e recati alla Biblioteca delle Oblate per un cappuccino sulla terrazza con vista sulla cupola del Brunelleschi.
Dopo aver girovagato per i corridoi dell'Ospedale di Santa Maria Nuova, ricco di opere d'arte, spingetevi fino alla Sinagoga, le cui raffinate decorazioni moresche vi faranno pensare alle Mille e una notte.

A pochi passi, la sobria Chiesa di Sant'Ambrogio sarà il giusto antipasto prima di un succulento lampredotto al chiosco della Tripperia Pollini.

Per smaltire le calorie del pranzo, raggiungete la Basilica di Santa Croce, che custodisce le spoglie dei fiorentini più illustri, da Petrarca a Galileo. Poi fate una breve deviazione verso il Museo del Bargello;

e se sei un romantico non perderti la Badia Fiorentina, dove Dante si innamorò perdutamente di Beatrice.

Dopo il tramonto, il Caffè Letterario delle Murate si trasforma in uno dei ritrovi più interessanti del quartiere per un aperitivo con musica dal vivo, mentre la migliore pizza napoletana di Firenze ti aspetta a cena da Santarpia.

Chiudete la giornata con una passeggiata panoramica sul Lungarno.

Svegliati presto al mattino e recati alla Biblioteca delle Oblate per un cappuccino sulla terrazza con vista sulla cupola del Brunelleschi.
Dopo aver girovagato per i corridoi dell'Ospedale di Santa Maria Nuova, ricco di opere d'arte, spingetevi fino alla Sinagoga, le cui raffinate decorazioni moresche vi faranno pensare alle Mille e una notte.

A pochi passi, la sobria Chiesa di Sant'Ambrogio sarà il giusto antipasto prima di un succulento lampredotto al chiosco della Tripperia Pollini.

Per smaltire le calorie del pranzo, raggiungete la Basilica di Santa Croce, che custodisce le spoglie dei fiorentini più illustri, da Petrarca a Galileo. Poi fate una breve deviazione verso il Museo del Bargello;

e se sei un romantico non perderti la Badia Fiorentina, dove Dante si innamorò perdutamente di Beatrice.

Dopo il tramonto, il Caffè Letterario delle Murate si trasforma in uno dei ritrovi più interessanti del quartiere per un aperitivo con musica dal vivo, mentre la migliore pizza napoletana di Firenze ti aspetta a cena da Santarpia.

Chiudete la giornata con una passeggiata panoramica sul Lungarno.

Terzo giorno a Firenze

 

Scarpe comode e una colazione energetica vi aiuteranno ad affrontare il terzo giorno.

La Basilica di Santa Maria Novella e il Museo Novecento vi porteranno via un bel po' di tempo, quindi dovrete procedere a passo spedito se volete visitare anche la Basilica di San Lorenzo con le Cappelle Medicee e la Biblioteca Medicea Laurenziana progettata da Michelangelo.

Il pranzo è d'obbligo al secondo piano del Mercato Centrale. Se per dessert vuoi deliziarti con il "vero" David di Michelangelo, dovrai recarti alla Galleria dell'Accademia, che tra l'altro sarà un'ottima tappa intermedia prima del Museo di San Marco, dove all'ombra degli affreschi del Beato Angelico visse anche il reazionario Savonarola, che finì per essere bruciato in piazza.

The cultural aperitif of the day will be on the roof of the Spedale degli Innocenti, Italy’s first orphanage and Florence’s most impressive belvedere.
La sera scegliete tra una cena in stile berlinese a La Ménagère e un tuffo nei piatti immutabili e tradizionali di Cafaggi.

Le atmosfere caraibiche e i rum del Sabor Cubano vi regaleranno una meritata buonanotte

Quarto giorno a Firenze

Dedicate l'ultima giornata fiorentina interamente all'Oltrarno. Borgo San Frediano, con la bella Basilica di Santa Maria del Carmine, merita una rapida visita che servirà da introduzione alla solennità della Basilica di Santo Spirito.

Da lì, dopo aver preparato un panino in uno dei tanti negozi del quartiere, dirigiti verso Palazzo Pitti e fai un pranzo al sacco sugli immensi prati del Giardino di Boboli.

Nel pomeriggio, esplorate le botteghe degli artigiani che ancora popolano questa zona e visitate la Specola, un incredibile museo naturale che piacerà a grandi e piccini.

Poi, salite alla Basilica di San Miniato al Monte, un capolavoro romanico ricco di fascino e spiritualità.

Se il tempo è dalla vostra parte, cercate un posto in prima fila al Piazzale Michelangelo per osservare il suggestivo tramonto tra centinaia di occhi sbalorditi.

Un drink alla Spiaggetta è l'ideale dopo le fatiche della giornata, ma se cerchi qualcosa di più vivace, puoi tornare verso il Volume.

Dopo cena, concludete in bellezza con il trasgressivo Montecarla.

it_ITItaliano